News

Un progetto rivoluzionario, una piccola città in cui i malati di Alzheimer potranno vivere liberamente seguiti da uno staff specializzato che non indosserà camici e divise.

 

Con più di 35 milioni di persone colpite in tutto il mondo, il morbo di Alzheimer è una delle forme di demenza più diffuse. È una malattia che sconvolge la vita del malato e delle persone che gli stanno attorno, a causa di sintomi che col passare del tempo non fanno che peggiorare, portando infine alla morte.
 
Quella contro l’Alzheimer è una lotta che va avanti da molto tempo, in luoghi e forme diverse. Nel 2009, nell’Olanda Settentrionale, a Weesp, è stato aperto il villaggio di Hogewey, che ospita più di 150 malati. Entro la fine del 2019, a Dax (Francia), entrerà in funzione una struttura simile.
 
Si chiamerà Village Landais Alzheimer, e sarà immersa in un’area verde di oltre cinque ettari, messa a disposizione dall’amministrazione comunale. Il villaggio, composto da piccoli edifici, sarà diviso in quattro quartieri, ciascuno dei quali avrà 16 appartamenti (ognuno dotato di accoglienti spazi comuni: cucine, sale da pranzo, terrazzi, porticati e così via). Al centro del villaggio sorgerà la Bastide, edificio che ospiterà gli uffici e gli studi medici ma anche gli alloggi temporanei per i parenti dei malati. Al villaggio non mancheranno nemmeno farmacie, ristoranti, auditorium, mediateche, palestre, parrucchieri e supermercati.
 
Il progetto, sviluppato dallo studio danese NORD Architects e dai francesi Champagnat & Gregoire (che assieme due anni fa hanno vinto il concorso bandito dal dipartimento di Landes), avrà un costo di circa 28 milioni di euro, a cui andranno a sommarsi altri sette milioni di euro per la gestione. La retta per i residenti sarà di circa 60 euro al giorno.
 
Il sito del villaggio (in francese!): https://villagealzheimer.landes.fr/
Inviami un'e-mail quando le persone lasciano commenti –

CollEngWorld

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di CollEngWorld!

Join CollEngWorld