News

Qualche giorno fa Renzo Piano ha presentato al presidente della Liguria Giovanni Toti e al sindaco di Genova Marco Bucci la sua “idea di ponte”. Un intervento, quello dell’architetto genovese, che non andrà a sostituire il lavoro degli ingegneri e degli architetti chiamati a operare sul contesto urbano.

 

Venerdì 7 settembre Renzo Piano ha presentato al presidente della Liguria Giovanni Toti e al sindaco di Genova Marco Bucci il disegno di un ponte che, nelle intenzioni dell’architetto genovese, possa restituire alla sua città l’orgoglio e la fierezza. A detta di Renzo Piano è ancora presto per parlare di progetti: «Dire che è un’idea progettuale è eccessivo. È soltanto l’inizio».
 
L’idea, però, c’è. Il ponte sarà costituito da un semplice nastro, una striscia d’asfalto che corre su pilastri la cui forma ricorda la prua delle navi. Sarà un ponte luminoso, quello di Renzo Piano, costellato da 43 altissimi lampioni, uno per ciascuna delle vittime della tragedia del 14 agosto. Dalla sommità di ciascun lampione si irradierà una luce a forma di vela. Sarà un ponte contraddistinto da rigore e sobrietà, un ponte genovese. Così si è espresso l'architetto: «un’idea di ponte che esprime un po’ della nostra parsimonia, del nostro atteggiamento».
 
Quando lo scorso mese il Ponte Morandi è crollato, Renzo Piano si trovava in montagna. Sconvolto dalla notizia («Da quando è successo io non penso ad altro. […] Io stesso quel ponte l’ho percorso mille volte…»), l’architetto ha fatto passare quasi una settimana prima di contattare il sindaco di Genova e il presidente della Regione, dichiarando di volersi mettere a disposizione della città a titolo gratuito. Renzo Piano ha comunque sottolineato che il nuovo ponte «sarà un’opera corale, perché non voglio sostituirmi né a ingegneri né ad architetti che saranno chiamati a lavorare sul contesto urbano».
 
Quando inizieranno i lavori? «Bisogna fare rapidamente ma non in fretta» ha detto Renzo Piano.
Inviami un'e-mail quando le persone lasciano commenti –

CollEngWorld

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di CollEngWorld!

Join CollEngWorld